Autore: Giovanni Riccio

 

 

Se stai seguendo un programma per la perdita di peso, è importante conoscere l’utilità delle fibre nell’ambito del dimagrimento. Mangiando fibra alimentare infatti il percorso di riduzione del grasso risulta più rapido e meno stressante, grazie ad un maggiore senso di sazietà che agevola il raggiungimento o la conservazione del tuo peso ideale.

Chi consuma cibi crudi e integrali, poco lavorati e preferibilmente insieme alla buccia, ha la capacità di tornare in forma più rapidamente anche nel caso in cui dovesse prendere qualche chilo.

Le fibre quindi sono un ‘ingrediente’ assolutamente da non sottovalutare nell’ambito di una dieta dimagrante: ma dove si possono trovare? Ogni vegetale contiene una parte di fibre che sono composte da una frazione insolubile che ha il compito di ripulire l’intestino in profondità e una frazione solubile che assume la consistenza del gel in presenza di acqua e migliora il metabolismo dei grassi e degli zuccheri, evitando accumuli.

Fibre e dieta dimagrante: meno appetito e perdi peso più facilmente

In natura qualsiasi fibra alimentare naturale presenta entrambe le parti descritte, anche se alcuni cibi hanno una preponderanza dell’una o dell’altra frazione. La crusca ad esempio contiene prevalentemente fibre insolubili mentre le mele contengono soprattutto fibre solubili.
Le fibre insolubili vanno consumate con moderazione in caso di problemi al colon o se il proprio intestino è già sufficientemente reattivo.

Una volta che vengono ingerite, le fibre si mescolano ai succhi gastrici e all’acqua: successivamente iniziano ad aumentare di volume formando un bolo che tende a favorire il senso di sazietà espandendosi all’interno dello stomaco. Da qui il bolo raggiunge l’intestino e grazie alla sua composizione il transito risulta veloce, consentendo un minore assorbimento dei carboidrati e dei grassi. Se il nostro organismo assorbe quindi meno zuccheri, si riduce la spinta insulinica diminuendo anche l’accumulo del grasso determinando dal surplus di glucosio e lipidi che il corpo non riesce a smaltire in una troppo breve unità di tempo.

Quando le fibre fermentano nel colon producendo gas, acqua e acidi organici, favoriscono la salute della mucosa intestinale evitando il ristagno di tossine che potrebbero causare gonfiori e stitichezza.

I nutrizionisti sono d’accordo nel sostenere che siano sufficienti ogni giorno 35 grammi di fibre per la salute del proprio intestino e il raggiungimento del peso forma. Tuttavia tali fibre vanno assunte insieme a molti liquidi, almeno 1 litro e mezzo al giorno di acqua: in questo modo le molecole fibrose possono aumentare di volume e contrastare la fame, la stipsi e il sovrappeso.

Salute intestinale, fibre e dieta dimagrante: anche se pratichi sport

Se vuoi assumere più fibre dalla tua dieta, prediligi alimenti biologici in maniera da poterli consumare con la buccia in totale sicurezza. La buccia infatti è la parte più ricca di fibre e se i prodotti hanno subito pochi trattamenti, risultano di più semplice assimilazione. I cibi integrali, soprattutto i cereali, si riconoscono facilmente dal colore più scuro legato all’assenza di processi di raffinazione.

In aggiunta puoi valutare anche l’assunzione di un integratore di fibre specifico: alcuni prodotti contengono oltre alle fibre anche enzimi digestivi per rinforzare la capacità del tratto digerente, grazie ad estratti vegetali attivi come la bromelina e la papaina. La sinergia tra enzimi digestivi vegetali e fibre alimentari consente di favorire la digestione evitando i fastidiosi sintomi di gonfiore e stitichezza, contenendo l’appetito e favorendo il dimagrimento e la definizione muscolare. Si tratta quindi di prodotti particolarmente adatti non solo a chi si è messo a dieta ma anche a chi pratica sport con regolarità.

 

Read Full Article

La mononucleosi, più comunemente conosciuta con l’espressione “malattia del bacio”, è una patologia infettiva causata dalla presenza nella saliva o, più in generale, nelle mucose, del virus Epstein-Barr. Contratta solitamente scambiandosi baci ma anche attraverso rapporti sessuali non protetti con un soggetto che, magari inconsapevolmente, è già affetto da questa malattia, la mononucleosi è comunque nella stragrande maggioranza dei casi facilmente curabile e non preoccupante. I suoi sintomi più comuni sono un senso di affaticamento generale, dolori alla gola e mal di testa e solo di rado è possibile un eventuale ingrossamento della milza che è bene affrontare in maniera tempestiva.

La mononucleosi non è una malattia pericolosa, salvo rari casi di particolari complicazioni, una tra le quali è la rottura della milza causata dalla splenomegalia, ovvero ingrossamento dell’organo interessato, che può essere provocata anche da attività fisica pesante o da traumi addominali, anche molto tempo dopo il contagio.

Nonostante il quadro sintomatologico,  esistono una serie di raccomandazioni per la prevenzione del disturbo ed alcuni rimedi per sconfiggerlo nel più breve tempo possibile. Cerchiamo di capire insieme quali sono.

Il primo passo per evitare il contagio sta ovviamente nella prevenzione. Per evitare che il virus intacchi il sistema immunitario è dunque necessario mantenere quest’ultimo sempre attivo e sano attraverso una sana alimentazione che comprenda notevoli quantità di frutta e verdura di stagione. In alcuni casi, soprattutto quando l’organismo è già in carenza di vitamine e minerali essenziali, il consiglio è quello di chiedere al proprio medico curante quale integratore da utilizzare ciclicamente possa essere opportuno assumere per reintegrare tali sostanze. La prevenzione, però, passa anche dall’evitare il contatto intimo con soggetti nei quali la mononucleosi sia già conclamata. Questo non significa, quindi, evitare solo baci o rapporti non protetti con una persona affetta da mononucleosi ma anche non utilizzare lo stesso spazzolino da denti, lo stesso bicchiere, le stesse stoviglie e, più in generale, tutti gli oggetti di uso strettamente personale che solitamente entrano in contatto per loro natura con le mucose.

Chi ha già contratto la mononucleosi non deve però temere eccessivamente. Attualmente esistono rimedi farmacologici e non per debellare in pochi giorni il disturbo. Il primo consiglio è quello di riposare tanto ed idratarsi il più possibile. A discrezione del medico curante potranno poi essere utilizzati rimedi farmacologici come l’impiego di analgesici, antifiammatori ed antipiretici in modo da velocizzare la guarigione e scongiurare eventuali recidive.

Fonte : InformaSalute

 

Read Full Article

 

Sono sempre più numerose le persone che scelgono l’esterno, e nello specifico la Croazia, per i loro interventi odontoiatrici. Nella maggior parte dei casi tra i servizi più richiesti troviamo quello di implantologia, una delle tecniche per le quali in Italia è necessario sborsare davvero moltissimo denaro. Ma perché questo fenomeno sta prendendo così piede nel nostro Paese e la gran parte dei pazienti che hanno ricevuto il loro trattamento dentale in Croazia tornano soddisfatti della scelta fatta? Il motivo è semplice e va ben oltre il semplice concetto di risparmio.

Una volta preso contatto con una delle cliniche dentali presenti in Croazia, ci si rende immediatamente conto dell’attenzione rivolta al cliente ed alle sue esigenze specifiche. Già attraverso i primi contatti a distanza con la clinica è possibile scoprire una serie innumerevole di servizi, il più delle volte inclusi e quindi pagati direttamente dal centro dentale, grazie ai quali si tenta di agevolare i pazienti provenienti da altre nazioni. Tra questi servizi, uno di quelli più eclatanti è senza dubbio l’alloggio gratuito presso strutture convenzionate per l’intera durata del trattamento e, in particolar modo per la prima visita, il viaggio gratuito offerto dal centro con prezzi agevolati per il successivo ritorno quando inizieranno le cure stabilite dopo l’incontro tra medico e paziente.

Un altro elemento di primaria importanza riguarda inoltre la velocità: a differenza di moltissimi altri centri nostrani, presso i quali un trattamento come ad esempio quello di implantologia può durare a seconda dei casi anche diversi mesi, per la maggior parte delle cliniche dentali croate è garantito un servizio completo in tempi quattro volte inferiori, proprio per ridurre al minimo il disagio del paziente che è lontano da casa.

Come per ogni struttura che si occupa di salute e benessere, che si trovi in Italia, in Croazia o in qualsiasi altro Paese del mondo, è ovviamente necessario essere sicuri dei servizi offerti e della loro validità. Nel caso della clinica croata Cukon, una delle più affermate per interventi dentali estetico-curativi, la garanzia di qualità è data dai tantissimi professionisti che operano al suo interno con diverse specializzazioni, ciascuna necessaria a soddisfare particolari esigenze del paziente.

Grazie alla strumentazione di ultima generazione che permette diagnosi tempestive ed accurate e trattamenti all’avanguardia, la dottoressa odontoiatra Cukon ed il suo numeroso staff sono in grado di fornire ai loro pazienti tutta l’attenzione necessaria affinché i loro sorrisi ritornino ad essere belli e smaglianti. E tutto questo ad un costo decisamente inferiore rispetto all’Italia.

 

Read Full Article

La chirurgia estetica e ricostruttiva è una delle attività dove Made in Italy vuol dire eccellenza e non è raro che chi voglia un intervento di qualità, anche se non residente in Italia, si metta in marcia verso il nostro Paese per visitare tra i migliori chirurghi che operano sul nostro territorio.

Una tendenza, quella del turismo chirurgico, di cui si parla molto poco, anche se centri di eccellenza italiani, come possono essere quelli di Milano, Napoli e Roma, vere e autentiche capitali della chirurgia estetica non solo in Italia, ma in Europa e anche nel mondo.

Per chi vive al nord: i migliori chirurghi operano a Milano

Milano città della moda, Milano città del made in Italy e Milano anche città della chirurgia. È nella capitale economica d'Italia, almeno limitatamente al nord, che sono concentrati i migliori professionisti del nostro Paese, quelli che sono in grado non solo di svolgere interventi di routine, ma anche di operare in situazioni complicate, di ricostruzione non solo estetica, ma anche funzionale.

Roma: capitale della Repubblica e anche della chirurgia estetica

Anche Roma si difende più che bene, e gli stessi chirurghi estetici che operano a Milano tendono ad avere anche uno studio o una collaborazione nella Città Eterna, dove offrire le proprie competenze anche alla popolazione del centro Italia e a quei turisti che approfittano di una visita tra le meravigliose chiese e rovine di Roma per farsi anche un ritocchino dove serve.

Roma è città che pochissimo ha da invidiare a Milano e anche alle altre capitali europee della chirurgia estetica. Se vivete nei dintorni, potrete trovare i migliori chirurghi d'Italia che tutti o quasi operano anche in questa città.

Per il sud: Napoli guida con un team davvero speciale

Napoli non è soltanto mare, sole, pizza, grande cultura e una città bellissima su ogni profilo. Napoli è anche culla di una delle migliori tradizioni di chirurgia plastica e ricostruttiva d'Italia e potrai trovare anche qui tra i migliori chirurghi per qualunque tipo di intervento, che si tratti di chirurgia al seno, al volto, interventi di ringiovanimento, liposuzioni o correzioni di malformazioni sia sul piano estetico che su quello funzionale.

Chi vive in Italia, per intenderci, può avere a disposizione tutto quello di cui ha bisogno per un intervento di chirurgia Senza necessariamente spostarsi da casa e visitare altri paesi. C'è chi vola a Miami per pagare interventi il quadruplo di quello che costano in Italia, per mettersi nelle mani di chirurghi che hanno un decimo della professionalità di quelli di cui possiamo godere in ItaliaLa chirurgia estetica e ricostruttiva è una delle attività dove Made in Italy vuol dire eccellenza e non è raro che chi voglia un intervento di qualità, anche se non residente in Italia, si metta in marcia verso il nostro Paese per visitare tra i migliori chirurghi che operano sul nostro territorio.

Una tendenza, quella del turismo chirurgico, di cui si parla molto poco, anche se centri di eccellenza italiani, come possono essere quelli di Milano, Napoli e Roma, vere e autentiche capitali della chirurgia estetica non solo in Italia, ma in Europa e anche nel mondo.

Per chi vive al nord: i migliori chirurghi operano a Milano

Milano città della moda, Milano città del made in Italy e Milano anche città della chirurgia. È nella capitale economica d'Italia, almeno limitatamente al nord, che sono concentrati i migliori professionisti del nostro Paese, quelli che sono in grado non solo di svolgere interventi di routine, ma anche di operare in situazioni complicate, di ricostruzione non solo estetica, ma anche funzionale.

Roma: capitale della Repubblica e anche della chirurgia estetica

Anche Roma si difende più che bene, e gli stessi chirurghi estetici che operano a Milano tendono ad avere anche uno studio o una collaborazione nella Città Eterna, dove offrire le proprie competenze anche alla popolazione del centro Italia e a quei turisti che approfittano di una visita tra le meravigliose chiese e rovine di Roma per farsi anche un ritocchino dove serve.

Roma è città che pochissimo ha da invidiare a Milano e anche alle altre capitali europee della chirurgia estetica. Se vivete nei dintorni, potrete trovare i migliori chirurghi d'Italia che tutti o quasi operano anche in questa città.

Per il sud: Napoli guida con un team davvero speciale

Napoli non è soltanto mare, sole, pizza, grande cultura e una città bellissima su ogni profilo. Napoli è anche culla di una delle migliori tradizioni di chirurgia plastica e ricostruttiva d'Italia e potrai trovare anche qui tra i migliori chirurghi per qualunque tipo di intervento, che si tratti di chirurgia al seno, al volto, interventi di ringiovanimento, liposuzioni o correzioni di malformazioni sia sul piano estetico che su quello funzionale.

Chi vive in Italia, per intenderci, può avere a disposizione tutto quello di cui ha bisogno per un intervento di chirurgia senza necessariamente spostarsi da casa e visitare altri paesi. C'è chi vola a Miami per pagare interventi il quadruplo di quello che costano in Italia, per mettersi nelle mani di chirurghi che hanno un decimo della professionalità di quelli di cui possiamo godere in Italia.

 

Read Full Article