Categoria: Miscellanea

Riuscire ad ottenere il proprio peso forma costa fatica e dedizione, l’unico vero rimedio è seguire una corretta alimentazione e praticare una moderata attività fisica almeno due volte la settimana. E’importante sapere che tutti dovremmo seguire un’alimentazione bilanciata, ossia che contenga il giusto numero di calorie e la corretta percentuale di principi nutritivi, grazie ai quali il nostro corpo può funzionare al meglio.

Molte persone ricorrono a questo genere di alimentazione solamente come rimedio per perdere i chili di troppo accumulati nel tempo, magari in previsione di un evento importante, come un diciottesimo compleanno o un ricevimento di matrimonio invece è fondamentale considerarlo un sano stile di vita.
Di seguito sono illustrate alcune ricette di centrifugati a base di frutta fresca e verdura veramente gustosi e facili da realizzare, ideali per tutti gli amanti delle bibite fresche ma che possono essere un valido aiuto per consumare la frutta e la verdura, alimenti che erroneamente non tutti considerano importanti all’interno della propria alimentazione.

Centrifugato di mele e ananas

Questo succo è particolarmente indicato per tutte le donne che desiderano dichiarare guerra alla ritenzione idrica. Per prepararlo occorre avere a disposizione due mele, mezzo finocchio, 2 carote, 2 gambi di sedano e 2 fette di ananas. E’ importante sapere che tutti gli ingredienti devono essere fresche e possibilmente di stagione.

Centrifugato di ciliegie e anguria

Il succo che si ottiene da questa facile ricetta è ideale per coloro che praticano una moderata attività fisica e quindi hanno bisogno di reintegrare le vitamine ed i sali minerali persi tramite il sudore. Per prepararlo basta avere una fetta di anguria, una tazza di ciliegie private del nocciolo, dell’acqua e del succo di limone. Questa bevanda è utile anche per coloro che soffrono di disturbi intestinali.

Centrifugato di mela e finocchio

E’ una bevanda ideale per coloro che soffrono di problemi di stomaco ma anche per chi vuole avere un effetto drenante, si prepara con un finocchio intero e una mela. Per prima cosa bisogna centrifugare il finocchio e poi va aggiunta la mela, che può essere sostituita anche da una pera. E’ possibile aggiungere anche del succo di limone.

Quando bere i centrifugati

Il momento migliore della giornata per bere i centrifugati è lo spuntino mattutino e quello pomeridiano, ma possono anche essere assunti durante la prima colazione. E’ fondamentale però preparli con ingredienti freschi e berli immediatamente.

Read Full Article

Sono tanti i modi attraverso i quali una donna può sentirsi bellissima il giorno del suo matrimonio. L’abito, l’acconciatura e sicuramente il makeup. In questo articolo vedremo delle considerazioni fondamentali e dei consigli pratici per avere nel giorno del matrimonio un trucco di cui tutti si ricorderanno.

Prima di tutto è bene avere perfettamente chiari quali sono le peculiarità del nostro viso e quelli che sono i nostri “colori”, dove per colori intendiamo i capelli, il colore dell’iride e quello dell’incarnato. Solo a partire da questa consapevolezza potremmo capire qual’è il tipo di trucco e le nuances più adatte alla nostra persona.

A questo punto è possibile passare alla fase di raccolta delle idee per il trucco sposa. Internet è sicuramente il canale prediletto per raccogliere idee, in particolare concentratevi sui blog di makeup e su Pinterest che è il santo Graal per quanto riguarda le raccolte fotografiche soprattutto per quanto riguarda il mondo del beauty. Selezionate e quindi scremate le proposte per ritrovarvi con al massimo 2-3 look da provare.

Selezionate le idee definitive siete ad un bivio: realizzare autonomamente il proprio makeup o affidarvi ad una truccatrice professionista? Se siete tendenzialmente nervose e pensate che il giorno del matrimonio tremerete come una foglia allora ingaggiate una makeup artist. Se invece siete sempre padrone di voi stesse via libera al do it yourself.

Ed ora qualche considerazione generale per quanto riguarda le caratteristiche generali del trucco sposa. Il trucco sposa deve essere sobrio ed elegante, in quanto un giorno come il matrimonio esige un trucco raffinato. Evitate quindi soluzioni troppo eccentriche o colori troppo accesi. Le stesse considerazioni vanno fatte rispetto alla manicure.

Il trucco sposa deve essere lo specchio della vostra vostra personalità: se siete donne da rossetto rosso, mettete il rossetto rosso. Se invece vi sentite la ragazza della porta accanto optate per un trucco più naturale.

Infine non dimenticate che il trucco sposa deve essere a “prova di matrimonio”. Questo significa concretamente che deve resistere a baci, abbracci ed a magari qualche lacrima. Via libera quindi a primer di qualsiasi genere (viso, occhi e labbra) che preparano la pelle, si ai prodotti no transfer e water proof e si agli spruzzatori spray. Poi ovviamente nel corso della giornata dovrete ritoccarvi il rossetto e tenere sotto controllo l’effetto lucido con una buona cipria opacizzante.

E se proprio quel giorno vi spunta un brufolo che proprio non ci voleva, non preoccupatevi: il fotografo matrimonio con la sua maestria saprà nasconderlo in fase di post produzione delle foto.

Read Full Article

Avere una casa bella e confortevole è un desiderio che ognuno di noi hai, dove per confortevole intendiamo piacevole da vivere e che ci faccia sentire bene fisicamente e mentalmente.

Insieme all’azienda Gioma Srl che si occupa di serramenti Udine vedremo come installare dei nuovi serramenti faccia bene alla salute in tanti modi.

I serramenti più moderni, soprattutto quelli in pvc sono pensati per garantire il massimo isolamento termico alla casa o all’edificio sui quali vengono installati. I serramenti in pvc ed in particolare quelli a “taglio termico” hanno una struttura a tenuta stagna che impedisce la fuoriuscita del calore del riscaldamento ed allo stesso tempo previene le infiltrazioni di spifferi ed umidità. La fuoriuscita del riscaldamento è prevenuta inoltre dalle proprietà intrinseche del pvc, che conferiscono alla struttura dell’infisso una bassissima trasmittanza termica. La limitata trasmittanza termica fa si che il calore non si disperda ne dalla struttura del serramento nel dai suoi vetri (qualora questi siano “bassoemissivi). Il risultato è un ambiente molto salubre, caldo di inverno e più fresco d’estate.

Evitare le dispersioni di riscaldamento invernale e condizionamento estivo, rappresenta un miglior utilizzo delle risorse energetiche con un conseguente abbattimento delle bollette di luce e gas, fattore questo che non fa direttamente bene alla salute ma sicuramente fa bene all’umore. Si è verificato infatti che, a seconda dell’area climatica in cui si trova l’abitazione, la presenza di serramenti in pvc isolanti, può far posticipare l’accensione del riscaldamento di anche un mese: pensate che risparmio! Un altro fattore che fa bene all’umore ed al portafogli, connesso ai serramenti in pvc è la possibilità di acquistarli usufruendo di vantaggiosi incentivi fiscali per gli interventi di miglioramento dell’efficienza termica degli edifici.

Installare serramenti di ultima generazione ci fa anche dormire meglio. I più moderni serramenti infatti sono pensati per schermare anche da fonti di rumore e disturbo molto “ingombranti” come per esempio un aeroporto. Pertanto se il vostro sonno è disturbato da una strada trafficata per esempio, non esitate ed installate serramenti con un’ottima tenuta stagna.

I serramenti in pvc in particolare oltre a fare bene alla salute fanno bene anche alla natura, poiché sono una scelta ecologica. Il pvc infatti è un materiale plastico che può essere recuperato facilmente e riciclato, rappresentando a differenza del legno e dell’alluminio, un materiale “rinnovabile”. Senza contare inoltre che le aziende più all’avanguardia nella produzione di infissi, alimentano quasi sempre i loro stabilimenti di produzione attraverso fonti energetiche rinnovabili.

Read Full Article

L’acne è un problema della pelle che affligge indistintamente sia adolescenti che adulti, sia uomini che donne. Se è vero che il make up può fare miracoli e che tecnologie come il laser possono attenuare le cicatrici lasciate da un’acne grave. Tuttavia quando l’acne non solo colpisce una persona ma tende ad espandersi o anche a peggiorare in gravità è meglio fin da subito, andare a ricercare le cause di questo peggioramento. Ci sono tanti comportamenti quotidiani che possono favorire il diffondersi dell’acne ed è per tanto opportuno individuarli ed eliminarli dalla nostra routine.

I pennelli da trucco sono un ottimo veicolo per il peggioramento dell’acne. Soprattutto nei pennelli da trucco utilizzate per la base ma anche nelle spugnette dedicate al fondotinta, possono annidarsi i batteri dell’acne, ed attraverso un uso continuo di questi strumenti i batteri stessi vengono “portati in giro” in tutta la faccia. E’ preferibile, in caso di acne, stendere la base trucco con le dita o nel caso usiate i pennelli da trucco lavarli frequentemente con un detergente apposito che abbia in se una base disinfettante. Se in case non disponete di questo tipo di detergente, potete sempre lavare i pennelli con del sapone di Marsiglia biologico.

Come le spugnette da fondotinta anche le spugnette per la detergenza del viso possono trattenere e diffondere batteri. Lo stesso discorso va fatto in caso spazzole per il viso. E’ meglio in caso di acne non utilizzare questi strumenti ma semplicemente le mani per lavarvi il viso. Allo stesso modo per struccarvi alla sera utilizzate i dischetti di cotone usa e getta ed evitate i sempre più diffusi panni rimuovi trucco.

Infine prestate attenzione anche ai tessuti con cui entra in contatto il nostro viso. E’ erroneo pensare che i microbi dell’acne si annidino solamente negli strumenti che usiamo direttamente sul viso. Essi infatti si nascondono anche in tessuti molto comuni con cui il nostro viso entra in contatto come gli asciugamani del bagno o la federa del guanciale. In caso di acne di acne laviamo questi tessuti con maggiore frequenza.

Ovviamente tutti questi consigli sono imprescindibili da una corretta skin routine quotidiana. Questo significa utilizzare detergente e tonico al mattino e detergente e struccante alla sera, il tutto senza dimenticare una buona esfoliazione almeno una volta alla settimana e l’applicazione di una pomata specifica direttamente sulle imperfezioni.

Ad ogni modo è sempre opportuno, consultare un dermatologo qualora nonostante le accortezze sopra indicate ed il buon senso, qualora l’acne non accenni a diminuire.

Read Full Article

Il giorno delle nozze, qualunque sposa desidera essere bellissima. Vuole essere bella per se stessa, per il suo sposo e per essere ammirata dai suoi invitati.

Se è vero che il fotografo matrimonio con la sua competenza ed abilità, può enfatizzare la vostra naturale bellezza, è anche vero che siete donne pigre per quanto riguarda le cure di bellezza, tenderete ad aspettare il giorno del matrimonio per darvi una mossa e sottoporvi finalmente a qualche intervento.

In questo articolo vedremo quali trattamenti dovrebbe effettuare una sposa prima del matrimonio ed il relativo timing.

Considerando che un matrimonio si organizza in un anno circa e che tendenzialmente l’abito si seleziona e prenota tra il 9° ed il 6° mese, se volete perdere peso per ritrovare la linea ed entrare così nell’abito dei vostri sogni allora avete tutto il tempo per farlo. Potete, a seconda delle necessità e del numero di chili da perdere, sia rivolgervi ad un dietologo sia riprendere in mano autonomamente il vostro regime alimentare. Se decidete di “fare da sole” l’importante è non buttarvi in diete troppo drastiche che vi farebbero poi riprendere i chili persi velocemente.

Il periodo che inizia circa 6 mesi prima delle nozze, è il momento ideale per sottoporsi a delle cure viso importanti da svolgersi in più mesi. Chi da sempre litiga con l’acne dovrà utilizzare questo periodo di tempo per sconfiggere i tanto odiati brufoli ed attenuare le cicatrici accumulate nel corso del tempo. In sei mesi, per chi ormai non è più giovanissima si potrà anche per esempio programmare un percorso di radio frequenza, un particolare tipo di intervento che punta a riattivare la produzione di collagene al fine di attenuare le piccole rughe e far riacquistare alla pelle tono e luminosità.

Il resto delle cura possono essere considerate cure “base” e possono essere effettuate da un mese fino a pochi giorni prima della cerimonia.

Circa due settimane prima del grande giorno, sarà opportuno prenotare l’appuntamento dal parrucchiere per servizi come il taglio o il colore, e dal dentista per la pulizia o lo sbiancamento, a seconda di quella che sono le necessità della sposa.

Una settimana prima della cerimonia è opportuno fare la pulizia del viso. Non eseguite la pulizia del viso pochi giorni prima della cerimonia, per evitare i rossori tipici che seguono la rimozione dei punti neri.

Read Full Article

La dieta post feste natalizie: purificare il corpo

Durante il periodo natalizio si respira un’atmosfera unica e magica, le strade sono illuminate da mille luci colorate e le persone sembrano essere più serene. Le feste natalizie sono un’ottima occasione per staccare la spina per un paio di giorni dal lavoro e dalla quotidianità e dedicare del tempo ai propri amici e parenti. I pranzi e le cene natalizie sono generalmente a base di pietanze deliziose ma super condite e veramente difficili da digerire. La maggior parte delle persone dopo il Natale ha preso almeno un paio di chili, che rischiano di minare la bellezza della propria silhouette soprattutto in previsione del  capodanno a roma, altra importante festa durante la quale la capitale organizza serate ed eventi unici.

Dieta disintossicante

Per riuscire a sgonfiare il proprio corpo e purificarlo basta seguire una dieta disintossicante per tre giorni. Lo scopo di questa alimentazione è purificare l’organismo dagli eccessi alimentari seguiti durante le feste natalizie e sgonfiare il corpo. Il primo giorno deve essere dedicato al consumo di frutta e verdura, alimenti ideali per eliminare le tossine e le scorie in eccesso. Il secondo giorno è dedicato al consumo di cereali mentre il terzo giorno al consumo di proteine di origine animale.

Esempio di menù

Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta disintossicante, è bene sapere che prima di iniziare qualsiasi regime alimentare dietetico è importante informare il proprio medico curante. Al termine della dieta disintossicante è necessario seguire una corretta alimentazione.

Primo giorno

Colazione

Una coppa di macedonia a base di frutta fresca e di stagione e un succo di frutta al mirtillo.

Spuntino mattutino

Una tazza di tè verde, che è possibile dolcificare con un cucchiaino di miele.

Pranzo

Una porzione di minestrone e una spremuta di arancia o pompelmo.

Snack pomeridiano

Un centrifugato a base di carota, kiwi e sedano.

Cena

Insalata con pomodori, mais, lattuga e cipolle, mezzo ananas e un paio di prugne.

 

Secondo giorno

Colazione

Un paio di fette biscottate integrali con la marmellate e un succo di mirtillo.

Spuntino mattutino

Una tazza di tè verde

Pranzo

Una porzione di riso al pomodoro, mezzo ananas e una spremuta a base di agrumi.

Snack pomeridiano

Un centrifugato a base di kiwi, carote e sedano.

Cena

Minestra di legumi e patate e mezzo ananas.

Terzo giorno

Colazione

una tazza di latte scremato con 40 gr di cereali integrali e un succo di mirtillo.

Spuntino mattutino

Una tazza di tè verde.

Pranzo

Una porzione di riso al pomodoro, 150 gr di platessa al vapore e mezzo ananas.

Snack pomeridiano

Centrifugato a base di kiwi, sedano e carota.

Cena

Insalata con lattuga, pomodori, cipolla, mais e fiocchi di formaggio, un panino integrale e mezzo ananas.

Read Full Article

Se è vero che le mode, anche nel mondo dell’arredo, tendono a cambiare con estrema facilità, è anche vero che alcune tendenze meritano di essere seguite. Negli ultimi anni, infatti, non sono stati pochi i designer che hanno scelto di dare nuovo carattere alle case e di rinnovare angoli che spesso e volentieri erano stati trascurati.
Proprio questo è il caso del bagno, piccola oasi di benessere in cui il padrone di casa è solito ritirarsi nei momenti più intimi, ma anche angolo di pace in cui dedicarsi alla cura del corpo e al rinnovo della propria bellezza.

Sicuramente, fino ad oggi non erano stati in molti a pensare che anche il bagno fosse una stanza da arredare con gli accessori giusti. Pensare all’arredo bagno è stato per molti più un dovere che un piacere e in diversi casi l’incombenza della scelta dell’arredamento bagno è toccata ad architetti e progettatori che potessero pensare alla soluzione migliore per il padrone di casa e liberarlo da questa responsabilità.
Da non molto tempo, l’arredo bagno si è aperto a nuove ispirazioni che hanno coinvolto anche i padroni di casa scettici, invogliandoli a cercare i pezzi migliori per creare una sala che si rivelasse bella da vedere e confortevole da vivere.
Si pensi alla vita di tutti i giorni: il bagno è la stanza in cui ci si reca appena svegli per rendere il proprio aspetto presentabile, ma è anche la base a cui si torna dopo una lunga giornata in ufficio o durante di una festa importante. In tutti questi casi, anche se apparentemente non si percepisce, avere un arredamento bagno funzionale permette di velocizzare le diverse operazioni e di sentirsi a proprio agio anche quando si hanno solo pochi minuti a disposizione per migliorare il proprio aspetto.
Se le donne più vanitose, a questo punto, staranno pensando ad un arredo che preveda ampi specchi e piani d’appoggio a vista per profumi e make up, gli uomini avranno sicuramente riflettuto su quanto potrebbe essere comodo avere degli sportelli in cui conservare il rasoio, l’asciugacapelli e i prodotti di bellezza senza alcuna difficoltà.

Ecco perché i disegnatori più all’avanguardia hanno ben pensato di proporre dei pezzi unici, in grado di sfruttare al meglio gli spazi disponibili in ogni bagno, senza rinunciare a quel tocco di unicità che ogni casa merita.
Accade così che i bagni delle case più piccole, come i monolocali acquistati dai giovanissimi con i primi risparmi, possano essere arredati con mobili molto colorati, magari, con superfici lucide che permettano di moltiplicare la luce che entra dalle finestre e dare luminosità all’ambiente. Dal canto loro, i bagni più grandi fanno spazio a mobili in legno opaco, in grado di regalare un senso di calore e relax anche ai manager più impegnati.

In questo modo, la scelta dell’arredamento per il bagno diventa un’ulteriore possibilità per padroni di casa alla ricerca del loro stile distintivo, tanto difficile da ottenere quanto prezioso e irrinunciabile.

Read Full Article

Il Piercing alla lingua ormai è diventato più popolare del tatuaggio, nonostante le controindicazioni dei medici che ne sottolineano da sempre un certo grado di rischio per una serie di fattori. Innanzitutto è provato che fare un piercing alla lingua può essere molto doloroso oltre a comportare una serie di rischi gravi per la salute dell’individuo.

Per effettuare iI piercing è necessario l’utilizzo di un ago sterile e ovviamente monouso, che servirà a perforare la lingua. Alcuni professionisti del settore lo realizzano dall’alto verso il basso, altri invece lo fanno perforando al contrario ossia dal basso verso l’alto. In realtà non cambia molto tra le due pratiche, la cosa fondamentale resta quella di affidarsi ad una persona competente e di fiducia che svolga l’operazione in modo professionale prestando la massima attenzione.

A tal proposito i dentisti lo sconsigliano di regola perché potrebbe scheggiare i denti ma anche perché può favorire suo malgrado delle infezioni piuttosto pericolose come l’epatite B e l’HIV che poi possono diffondersi per tutto l’organismo. Si sconsiglia anche l’uso di colluttori forti che potrebbero irritare molto la ferita, se proprio non potete fare a meno di utilizzarli dopo aver lavato i denti, è preferibile diluirli così da attenuarne la concentrazione. Ad ogni modo la prima regola per chi si appresta a fare il piercing alla lingua è di valutare una serie di elementi. Innanzitutto come detto in precedenza, bisogna affidarsi sempre ad un esperto e mai ad uno che si improvvisa tale, anche perché il piercing alla lingua va fatto nel massimo dell’igiene e quindi sempre e solo con un ago sterilizzato e in un centro che sia davvero specializzato.

Una volta fatto,  la zona dove è stato eseguito il piercing deve essere tenuta pulita e disinfettata per un massimo di 5 settimane per evitare infezioni. In quel caso si consiglia un collutorio specificio privo di alcool da applicare almeno 2-3 volte al giorno. Ovviamente è totalmente sconsigliata l’assunzione di bevande alcoliche e di nicotina che possono avere un’azione irritante sulla zona interessata. A tal proposito è nettamente sconsigliata l’assunzione di cibi troppo caldi e quindi è preferibile assumere alimenti liquidi ma soprattutto freschi come gelato e succhi di frutta.

Attenzione agli alimenti acidi, speziati e piccanti che possono causare un forte bruciore o un’irritazione.Per una pronta guarigione bisogna tenere sott’occhio il gonfiore causato dal piercing, sottolineando che è normale un leggero arrossamento. Magari si può provare con un piccolo cubetto di ghiaccio per accelerare la guarigione oppure con un medicinale anti-infiammatorio che spesso viene consigliato dal medico curante o dal farmacista.

Fonte: http://tatuaggipiercing.it/piercing

Read Full Article

521976590

Riuscire a seguire un’alimentazione sana è molto più semplice di quanto molti credono, l’importante è essere costanti e avere pazienza. Un’alimentazione equilibrata si basa in particolar modo sull’apporto del corretto quantitativo di calorie giornaliere, che dipendono da diversi fattori, tra cui il sesso, l’età, la corporatura, il genere di attività che si svolge ecc. E’ importante sapere che le calorie assunte in una dieta poco bilanciata si trasformano in grasso e in chili di troppo, difficili poi da eliminare. Inoltre seguire un corretto stile di vita, basato su una sana alimentazione e sulla pratica di una moderata attività fisica devono essere considerati un elisir di lunga vita, in grado di diminuire le probabilità di avere delle patologie, anche gravi, a livello dell’apparato cardio circolatorio. Un regime alimentare corretto si basa sull’assunzione del giusto apporto di vitamine, grassi, sali minerali e carboidrati, utili per far funzionare il vostro corpo al meglio.

Attività fisica regolare

Molte persone sottovalutano l’importanza che lo sport ricopre nella salute dell’uomo, praticare una moderata attività fisica, permette di bruciare una parte delle calorie assunte con il cibo, allenare il cuore, tonificare i muscoli e scaricare lo stress. La maggior parte delle persone, a causa anche del poco tempo a disposizione, non si dedica alla pratica di un’attività sportiva oppure crede che segnarsi ad una palestra abbia dei costi troppo onerosi. In realtà in ogni grande città sono presenti centri sportivi e benessere nati appunto per aiutare ad ottenere o mantenere la propria forma fisica. La capitale per esempio mette a disposizione dei suoi abitanti una grande varietà di palestre alcune addirittura con piscina e spa incluse, come lo sporting club parco de medici, all’interno dei quali fare sport diventerà un puro divertimento. Ad oggi le discipline nel mondo del fitness sono molteplici, dal semplice esercizio cardio al crossfit o alla zumba, tutte lezioni che consentono un allenamento più o meno intenso a seconda delle singole esigenze.

Alimentazione bilanciata

Ad una regolare attività fisica bisogno associare una dieta bilanciata, di seguito sono illustrati alcuni suggerimenti utili.

  • Bere almeno due litri di acqua naturale al giorno.

  • Fare cinque pasti.

  • Mai saltare i pasti, in particolar modo la colazione.

  • Usare con moderazione il sale.

  • Utilizzare un cucchiaio di olio extra vergine di oliva a pasto per condire i cibi.

  • Fare uso di succo di limone, aceto di vino e spezie varie per esaltare il sapore dei cibi e renderli più appetitosi.

  • Mangiare cinque porzioni di frutta e verdura al dì.

  • La carne rossa deve essere consumata solo una massimo due volte la settimana.

  • Limitare gli affettati, possono essere mangiati due volte la settimana.

  • Il pesce, alimento nobile, deve essere consumato cinque volte la settimana, privato delle parti grasse.

  • Cucinare i cibi al forno, al cartoccio, alla piastra, alla griglia e insaporirli con le spezie che danno sapore senza appesantire le pietanze

  • Eliminare il consumo di bibite alcoliche e superalcoliche.

  • I legumi devono essere consumati tre volte la settimana.
Read Full Article

La chirurgia estetica e ricostruttiva è una delle attività dove Made in Italy vuol dire eccellenza e non è raro che chi voglia un intervento di qualità, anche se non residente in Italia, si metta in marcia verso il nostro Paese per visitare tra i migliori chirurghi che operano sul nostro territorio.

Una tendenza, quella del turismo chirurgico, di cui si parla molto poco, anche se centri di eccellenza italiani, come possono essere quelli di Milano, Napoli e Roma, vere e autentiche capitali della chirurgia estetica non solo in Italia, ma in Europa e anche nel mondo.

Per chi vive al nord: i migliori chirurghi operano a Milano

Milano città della moda, Milano città del made in Italy e Milano anche città della chirurgia. È nella capitale economica d'Italia, almeno limitatamente al nord, che sono concentrati i migliori professionisti del nostro Paese, quelli che sono in grado non solo di svolgere interventi di routine, ma anche di operare in situazioni complicate, di ricostruzione non solo estetica, ma anche funzionale.

Roma: capitale della Repubblica e anche della chirurgia estetica

Anche Roma si difende più che bene, e gli stessi chirurghi estetici che operano a Milano tendono ad avere anche uno studio o una collaborazione nella Città Eterna, dove offrire le proprie competenze anche alla popolazione del centro Italia e a quei turisti che approfittano di una visita tra le meravigliose chiese e rovine di Roma per farsi anche un ritocchino dove serve.

Roma è città che pochissimo ha da invidiare a Milano e anche alle altre capitali europee della chirurgia estetica. Se vivete nei dintorni, potrete trovare i migliori chirurghi d'Italia che tutti o quasi operano anche in questa città.

Per il sud: Napoli guida con un team davvero speciale

Napoli non è soltanto mare, sole, pizza, grande cultura e una città bellissima su ogni profilo. Napoli è anche culla di una delle migliori tradizioni di chirurgia plastica e ricostruttiva d'Italia e potrai trovare anche qui tra i migliori chirurghi per qualunque tipo di intervento, che si tratti di chirurgia al seno, al volto, interventi di ringiovanimento, liposuzioni o correzioni di malformazioni sia sul piano estetico che su quello funzionale.

Chi vive in Italia, per intenderci, può avere a disposizione tutto quello di cui ha bisogno per un intervento di chirurgia Senza necessariamente spostarsi da casa e visitare altri paesi. C'è chi vola a Miami per pagare interventi il quadruplo di quello che costano in Italia, per mettersi nelle mani di chirurghi che hanno un decimo della professionalità di quelli di cui possiamo godere in ItaliaLa chirurgia estetica e ricostruttiva è una delle attività dove Made in Italy vuol dire eccellenza e non è raro che chi voglia un intervento di qualità, anche se non residente in Italia, si metta in marcia verso il nostro Paese per visitare tra i migliori chirurghi che operano sul nostro territorio.

Una tendenza, quella del turismo chirurgico, di cui si parla molto poco, anche se centri di eccellenza italiani, come possono essere quelli di Milano, Napoli e Roma, vere e autentiche capitali della chirurgia estetica non solo in Italia, ma in Europa e anche nel mondo.

Per chi vive al nord: i migliori chirurghi operano a Milano

Milano città della moda, Milano città del made in Italy e Milano anche città della chirurgia. È nella capitale economica d'Italia, almeno limitatamente al nord, che sono concentrati i migliori professionisti del nostro Paese, quelli che sono in grado non solo di svolgere interventi di routine, ma anche di operare in situazioni complicate, di ricostruzione non solo estetica, ma anche funzionale.

Roma: capitale della Repubblica e anche della chirurgia estetica

Anche Roma si difende più che bene, e gli stessi chirurghi estetici che operano a Milano tendono ad avere anche uno studio o una collaborazione nella Città Eterna, dove offrire le proprie competenze anche alla popolazione del centro Italia e a quei turisti che approfittano di una visita tra le meravigliose chiese e rovine di Roma per farsi anche un ritocchino dove serve.

Roma è città che pochissimo ha da invidiare a Milano e anche alle altre capitali europee della chirurgia estetica. Se vivete nei dintorni, potrete trovare i migliori chirurghi d'Italia che tutti o quasi operano anche in questa città.

Per il sud: Napoli guida con un team davvero speciale

Napoli non è soltanto mare, sole, pizza, grande cultura e una città bellissima su ogni profilo. Napoli è anche culla di una delle migliori tradizioni di chirurgia plastica e ricostruttiva d'Italia e potrai trovare anche qui tra i migliori chirurghi per qualunque tipo di intervento, che si tratti di chirurgia al seno, al volto, interventi di ringiovanimento, liposuzioni o correzioni di malformazioni sia sul piano estetico che su quello funzionale.

Chi vive in Italia, per intenderci, può avere a disposizione tutto quello di cui ha bisogno per un intervento di chirurgia senza necessariamente spostarsi da casa e visitare altri paesi. C'è chi vola a Miami per pagare interventi il quadruplo di quello che costano in Italia, per mettersi nelle mani di chirurghi che hanno un decimo della professionalità di quelli di cui possiamo godere in Italia.

 

Read Full Article