Giochiamo a carte e conosciamo gli alimenti

Giochiamo a carte e conosciamo gli alimenti
Scritto da Giuseppe Capano il Al di la di chi sia stata l’iniziativa in origine trovo geniale l’aver trasformato un gioco così universale e indipendente da qualsiasi tipo di macchina, energia o supporto di collegamento in un mezzo per diffondere meglio la conoscenza di base degli alimenti.
Le carte che vedete, ovviamente in foto sono solo una parte del mazzo intero, sono state regalate a mia figlia tempo fa e nel gioco vedere incrociare alimenti su alimenti con il simbolo chiaro della loro stagionalità ha scatenato una sana e salutare curiosità.

Conosceva già di per se tutti i singoli alimenti rappresentati, ma la presenza del simbolo stagionale è stata la chiave bella per ragionare sul mondo alimentare che arriva dalla madre terra.
Del perché ad esempio le ciliegie ci sono solo intorno alle settimane precedenti e seguenti al mese di giugno e le castagne a quello di ottobre.
Così come gli asparagi a maggio e i cardi a dicembre, spiegare la terra come si spiegherebbe la logica che sovraintende il funzionamento tecnologico di una macchinario moderno.
Con la differenza che qui molte delle leggi e dei meccanismi non sono opera dell’uomo, ma dipendenti da automatismi, cadenze e scelte di un entità che noi chiamiamo per convenzione natura.
O se vogliamo da un organismo vivente, la terra, che molto spesso dimostra una saggezza tanto profonda quanto sconosciuta all’uomo.
Chi ci ha preceduto e i pochi saggi di oggi hanno fatto una fatica alta per comprendere e trasmettere gli insegnamenti sui cicli naturali e su cosa sarebbe opportuno seguire e cosa no.
Una conoscenza che si sta per diversi versi perdendo in nome di concettualità che appartengono solo a una civiltà basata sul mito del consumo a prescindere.
Senza però andare su discorsi troppo filosofici semplicemente constatiamo tutti i giorni come l’ignoranza di base sul cibo si allarga a vista d’occhio.
E anzi c’è di peggio, dilaga la presunzione di sapere molto sul cibo solo per sentito dire o per aver ascoltato altri, letto cose a caso senza mai approfondire o chiedersi il perché, senza sentire il dovere morale di verificare.
Queste carte quindi servirebbero un po’ a tutti per iniziare se non altro a porsi domande su quello che a tavola portiamo ogni giorno.
E su quanto abbia senso continuare ad alimentarsi nel modo attuale distaccati completamente dalla conoscenza reale del cosa stiamo mangiando, del come è arrivato a noi e della sensatezza della sua presenza.
Se è da un mazzo di carte che dobbiamo iniziare un percorso più lungimirante a tavola ben venga, unire il gioco alla conoscenza è da sempre la via più efficiente per arrivare a una meta!!!

Carte gioco alimenti 518

Tags: cibo, Mondo alimentare, stagionalità
Postato in Alimenti, Cibo, Cucina e salute, Mondo alimentare | Nessun commento »

Fonte: Giochiamo a carte e conosciamo gli alimenti

You might also like