Tag: casa e salute

Bpco : quali sono i sintomi

La bronco pneumopatia cronica ostruttiva, nome particolarmente complesso solitamente semplificato utilizzando il suo acronimo Bcpo, è una patologia decisamente seria a carico di bronchi e polmoni che si stima colpirà nei prossimi anni una percentuale di popolazione ancora più vasta di quando non avvenga già ora che nel mondo circa il 6% delle persone ne sono affette.

Tanto per essere ancora più precisi, «La BPCO è una patologia cronica delle vie aeree, che si caratterizza per la comparsa di tosse, espettorazione e di una fatica respiratoria che chiamiamo dispnea» spiega Fulvio Braido, Professore associato della Clinica di Malattie Respiratorie e Allergologia della Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino di Genova

La Bcpo è una malattia infiammatoria di tipo cronico che si distingue dalla più conosciuta patologia asmatica tipicamente per l’età di insorgenza, benché questo elemento, da solo, non possa determinare la vera differenza tra i due disturbi. Solitamente, infatti, la Bcpo insorge in soggetti adulti o anziani che per molti anni della loro vita sono stati esposti ad inalazioni di vernici ed altri prodotti industriali o al fumo di sigaretta.

Questa bronco pneumopatia si manifesta con una progressiva diminuzione del parenchima polmonare ed un ingrossamento importante delle vie aeree che in tal modo presentano un calibro decisamente ridotto per il passaggio dell’ossigeno da e verso i polmoni.

Quando parliamo di Bcpo sintomi come la dispnea, il respiro sibilante e la tosse catarrale sono alcuni degli aspetti più cronici della patologia. In caso di attacchi particolarmente severi, però, potrebbe essere necessario l’intervento medico per scongiurare il peggio.

Tecnicamente in coloro che soffrono di Bcpo gli alveoli polmonari ed i bronchi perdono elasticità. In molte zone, inoltre, le pareti alveolari tendono a distruggersi e di conseguenza i bronchi, infiammati, producono per proteggersi una quantità maggiore di muco che rischia però di intasarli peggiorando la sintomatologia.

Nelle persone esposte al fumo di sigaretta, la tosse e l’espettorazione sono eventi che rappresentano una difesa dell’organismo nei confronti di un agente patogeno, potenzialmente dannoso. 

Nella Bcpo i sintomi sopra menzionati spesso si accompagnano ad una pesante sensazione di oppressione toracica che accentua il fiato corto e l’impossibilità di compiere un’inspirazione profonda e completa.

Trattandosi di una patologia cronica, guarire completamente dalla Bcpo è ad oggi impossibile ma un più corretto e sano stile di vita, un’alimentazione equilibrata ed il corretto supporto da parte dello specialista possono prolungare il lasso di tempo tra una crisi e la successiva migliorando la qualità della vita del paziente.

Read Full Article

Orecchie a sventola : cosa c’è da sapere

Chi va dal chirurgo plastico? Sempre più uomini scelgono il bisturi

Dove madre natura non è arrivata, spesso si fa ricorso alla chirurgia estetica. Stare bene con sé stessi, sentirsi piacevoli e attraenti, dona equilibrio e migliora l’umore, la vita sociale e di coppia, la resa a scuola e al lavoro… insomma: sentirsi belli fa bene. Sebbene in generale siano di più le donne a richiedere un intervento chirurgico per correggere piccole o grandi imperfezioni, sempre più uomini hanno smesso di indugiare e sopportare e si rivolgono al chirurgo per ottenere il dettaglio estetico perfetto o per correggere un difetto o rimediare ad una cicatrice. Ma quali sono gli interventi di chirurgia plastica più richiesti?

Gli interventi chirurgici più richiesti

Fra gli interventi di chirurgia estetica più richiesti iniziano a comparire sempre più spesso anche interventi che vengono effettuati su pazienti di sesso maschile. Sebbene uno degli interventi più popolari resti l’intervento al seno, generalmente per aumentarne il volume, nella seguente lista troviamo anche interventi “per lui”.

  • Mastoplastica additiva: è l’intervento di chirurgia estetica più richiesto al mondo. Il ricorso sempre più massiccio alla mastoplastica viene dagli Stati Uniti e prende sempre più piede anche da noi. vi è molta ricerca attorno a questo intervento, per unire i fini estetici ad una migliore funzionalità ed igiene del materiale utilizzato per riempire le forme del seno.
  • Rinoplastica: La rinoplastica è un intervento che consente di correggere i malfunzionamenti del setto nasale, risolvendo tantissimi problemi alle vie respiratorie. È frequente il ricorso alla rinoplastica anche per fini puramente estetici, per rendere il naso armonioso rispetto al viso in generale.
  • Liposcultura: si tratta di un intervento che ha diversi nomi, come liposuzione o lipoaspirazione, e viene effettuato in diverse parti del corpo e per i motivi più disparati. Se infatti un tempo riguardava principalmente addome e glutei per fini estetici, oggi coinvolge anche la zona del collo o parti ampie e diverse del corpo ed è effettuato anche per un recupero funzionale dopo i dimagrimenti drastici.
  • Blefaroplastica: è l’intervento che coinvolge le palpebre. Viene richiesto quando la sottile pelle del contorno occhi perde tono ed elasticità dando allo sguardo un aspetto vecchio e d affaticato.
  • Otoplastica: si tratta del rimodellamento delle orecchie. Può essere effettuato per diversi tipi di esigenze, ed è un intervento popolare anche fra le persone molto giovani. Il motivo principale del ricorso all’otoplastica in età relativamente precoce è dovuto alla correzione delle famose “orecchie a sventola”.
Read Full Article

Avere una casa bella e confortevole è un desiderio che ognuno di noi hai, dove per confortevole intendiamo piacevole da vivere e che ci faccia sentire bene fisicamente e mentalmente.

Insieme all’azienda Gioma Srl che si occupa di serramenti Udine vedremo come installare dei nuovi serramenti faccia bene alla salute in tanti modi.

I serramenti più moderni, soprattutto quelli in pvc sono pensati per garantire il massimo isolamento termico alla casa o all’edificio sui quali vengono installati. I serramenti in pvc ed in particolare quelli a “taglio termico” hanno una struttura a tenuta stagna che impedisce la fuoriuscita del calore del riscaldamento ed allo stesso tempo previene le infiltrazioni di spifferi ed umidità. La fuoriuscita del riscaldamento è prevenuta inoltre dalle proprietà intrinseche del pvc, che conferiscono alla struttura dell’infisso una bassissima trasmittanza termica. La limitata trasmittanza termica fa si che il calore non si disperda ne dalla struttura del serramento nel dai suoi vetri (qualora questi siano “bassoemissivi). Il risultato è un ambiente molto salubre, caldo di inverno e più fresco d’estate.

Evitare le dispersioni di riscaldamento invernale e condizionamento estivo, rappresenta un miglior utilizzo delle risorse energetiche con un conseguente abbattimento delle bollette di luce e gas, fattore questo che non fa direttamente bene alla salute ma sicuramente fa bene all’umore. Si è verificato infatti che, a seconda dell’area climatica in cui si trova l’abitazione, la presenza di serramenti in pvc isolanti, può far posticipare l’accensione del riscaldamento di anche un mese: pensate che risparmio! Un altro fattore che fa bene all’umore ed al portafogli, connesso ai serramenti in pvc è la possibilità di acquistarli usufruendo di vantaggiosi incentivi fiscali per gli interventi di miglioramento dell’efficienza termica degli edifici.

Installare serramenti di ultima generazione ci fa anche dormire meglio. I più moderni serramenti infatti sono pensati per schermare anche da fonti di rumore e disturbo molto “ingombranti” come per esempio un aeroporto. Pertanto se il vostro sonno è disturbato da una strada trafficata per esempio, non esitate ed installate serramenti con un’ottima tenuta stagna.

I serramenti in pvc in particolare oltre a fare bene alla salute fanno bene anche alla natura, poiché sono una scelta ecologica. Il pvc infatti è un materiale plastico che può essere recuperato facilmente e riciclato, rappresentando a differenza del legno e dell’alluminio, un materiale “rinnovabile”. Senza contare inoltre che le aziende più all’avanguardia nella produzione di infissi, alimentano quasi sempre i loro stabilimenti di produzione attraverso fonti energetiche rinnovabili.

Read Full Article