Tag: denti

L’igiene orale risulta essere di grande importanza, poiché se questa non viene effettuata in maniera corretta si può andare incontro  a gravi problemi come carie e caduta dei denti

La prima cosa da fare per avere un’ottima igiene orale è scegliere un buon spazzolino, che sia adatto per i nostri denti e  per far questo dobbiamo sempre chiedere consiglio ad un dentista. 

In commercio oggi ci sono numerosi tipi di spazzolini che variano per prima cosa tra quelli manuali e quelli elettrici ed ognuno di queste spazzolini presenta diverse tipologie di testine e setole. Vediamo come scegliere quello giusto con i consigli di un noto dentista a Roma.

Spazzolino elettrico o manuale

L’utilizzo dello spazzolino elettrico o di  quello manuale dipende principalmente da quelle che sono le esigenze e il tipo di dentatura.

La prima grande differenza  tra i due spazzolini è che quello elettrico costa  di più, infatti se un buono spazzolino manuale può costare al massimo 3 euro per uno elettrico siamo decisamente su altre cifre  ed inoltre nel corso del tempo gli vanno cambiate le testine, perchè usarle una volta consumate può risultare deleterio per la vostra igiene orale.

Lo spazzolino elettrico  è molto più veloce  rispetto ad uno normale e permette  di avere una pulizia dei denti molto più profonda.

Ci sono degli esperti di igiene dentaria  secondo i quali l’uso eccessivo dello spazzolino elettrico potrebbe rovinare i denti  e viene consigliato a coloro che hanno delle gengive sensibili  di usare uno spazzolino manuale che presenti delle setole morbide.

Come scegliere lo spazzolino elettrico

Gli spazzolini elettrici che troviamo possono avere diverse tipologie di movimenti che comprendono  quelli circolari e quelli verticali ed hanno in media una velocità media  che oscilla tra i 3000 e 5000 giri, mentre quelli più professionali arrivano fino a 9000 giri.

Solitamente lo spazzolino elettrico presenta un timer per la durata, che ci indica il tempo perfetto per la pulizia che si attesta sui 2 minuti  circa, durante i quali si deve passare lo spazzolino sulle 4 cavità orali.

AlcunI modelli  presentano un segnale acustico che ci avverte quando dobbiamo cambiare cavità e quando sono passati i due minuti.

Alcuni modelli di spazzolino elettrico  presentano uno spia rossa, che risulta essere molto utile per coloro che hanno le gengive  delicate, infatti ai primi lavaggi  le gengive possono sanguinare e la spia ci indica quando stiamo premendo troppo con il nostro spazzolino.

Per coloro che non vogliono spendere  soldi per comprare uno spazzolino elettrico, c’è la possibilità di prendere  quelli a batteria che presentano un  forza di 4.500 oscillazioni al minuto.

Read Full Article

 

 

Tra i problemi più comuni a carico del nostro apparato dentario c’è sicuramente il mal di denti causato dalla formazione di carie o danneggiamenti dello smalto. A causa di questi disturbi, infatti, si infiamma la parte interna del dente, o peggio il nervo, generando una fastidiosissima pulpite.

Solitamente, il dolore da pulpite compare in maniera improvvisa mentre si mastica usando il dente danneggiato e consiste in un male localizzato e pulsante che può protrarsi anche per diversi giorni. In questo caso possono risultare utili gli antinfiammatori; se è, invece, presente anche un ascesso bisogna ricorrere all’uso degli antibiotici sempre, e comunque, dopo la prescrizione del proprio dentista che presterà le cure necessarie.

Nel caso di profonde carie che hanno provocato una grave infiammazione del nervo, a volte, si rende necessaria la devitalizzazione che consiste nel togliere la polpa del dente, sterilizzare la parte rimasta e ricostruire sinteticamente il dente. È una procedura definitiva e molto delicata ma a volte anche un dente devitalizzato può provocare dolore se l’intervento non è stato accurato o se si infiamma la parte più profonda della radice provocando un ascesso nella gengiva. In questo caso si presenta un dolore acuto e improvviso che necessita della visita dal dentista che si occupi della cura dell’infezione odontoiatrica.

Ma, tra tutti i mal di denti, il più temibile è sicuramente quello di tipo nevralgico che causa un dolore intenso, prolungato ed esteso a tutta l’arcata interessata. Le cause più frequenti delle nevralgie sono solitamente causate da pressioni, digrignamenti, bruxismo o posture mandibolari scorrette.

Infiammazione o infezione del dente del giudizio

Un tipo di dolore molto comune nell’età adulta è quello causato dall’infiammazione o dall’infezione del dente del giudizio. Di questi quattro denti sono soliti fare male i due presenti dell’arcata superiore e provocano un malessere che si protrae fino all’orecchio e può essere associato a un gonfiore delle ghiandole del collo. Molto spesso possono sopravvenire delle complicanze infettive che, dopo inefficaci periodi di antinfiammatori, vanno risolte solo con l’aiuto dell’odontoiatra che provvede con l’estrazione dente del giudizio. Si tratta di un’operazione delicata, seguita da alcuni giorni di dolore intenso.

Sensibilizzazione dentale e gengivite

Un dolore dentale che causa molti fastidi è quello provocato dalla scopertura del colletto del dente o erosione del dente. Si tratta di un caso si sensibilizzazione dentale che provoca fastidio intenso quando il dente viene a contatto con cibi freddi o caldi, dolci o salati o particolarmente acidi.

Quando si parla di gengivite, invece, ci si riferisce ad una infiammazione dei tessuti intorno al dente che si manifesta con rossore e gonfiore della gengiva, sanguinamento e dolore. Entrambi questi problemi si risolvono, il più delle volte con una accurata igiene dentale ma se il fastidio si prolunga basterà rivolgersi al dentista di fiducia, che indicherà la cura migliore.

 

Read Full Article

 

Sono sempre più numerose le persone che scelgono l’esterno, e nello specifico la Croazia, per i loro interventi odontoiatrici. Nella maggior parte dei casi tra i servizi più richiesti troviamo quello di implantologia, una delle tecniche per le quali in Italia è necessario sborsare davvero moltissimo denaro. Ma perché questo fenomeno sta prendendo così piede nel nostro Paese e la gran parte dei pazienti che hanno ricevuto il loro trattamento dentale in Croazia tornano soddisfatti della scelta fatta? Il motivo è semplice e va ben oltre il semplice concetto di risparmio.

Una volta preso contatto con una delle cliniche dentali presenti in Croazia, ci si rende immediatamente conto dell’attenzione rivolta al cliente ed alle sue esigenze specifiche. Già attraverso i primi contatti a distanza con la clinica è possibile scoprire una serie innumerevole di servizi, il più delle volte inclusi e quindi pagati direttamente dal centro dentale, grazie ai quali si tenta di agevolare i pazienti provenienti da altre nazioni. Tra questi servizi, uno di quelli più eclatanti è senza dubbio l’alloggio gratuito presso strutture convenzionate per l’intera durata del trattamento e, in particolar modo per la prima visita, il viaggio gratuito offerto dal centro con prezzi agevolati per il successivo ritorno quando inizieranno le cure stabilite dopo l’incontro tra medico e paziente.

Un altro elemento di primaria importanza riguarda inoltre la velocità: a differenza di moltissimi altri centri nostrani, presso i quali un trattamento come ad esempio quello di implantologia può durare a seconda dei casi anche diversi mesi, per la maggior parte delle cliniche dentali croate è garantito un servizio completo in tempi quattro volte inferiori, proprio per ridurre al minimo il disagio del paziente che è lontano da casa.

Come per ogni struttura che si occupa di salute e benessere, che si trovi in Italia, in Croazia o in qualsiasi altro Paese del mondo, è ovviamente necessario essere sicuri dei servizi offerti e della loro validità. Nel caso della clinica croata Cukon, una delle più affermate per interventi dentali estetico-curativi, la garanzia di qualità è data dai tantissimi professionisti che operano al suo interno con diverse specializzazioni, ciascuna necessaria a soddisfare particolari esigenze del paziente.

Grazie alla strumentazione di ultima generazione che permette diagnosi tempestive ed accurate e trattamenti all’avanguardia, la dottoressa odontoiatra Cukon ed il suo numeroso staff sono in grado di fornire ai loro pazienti tutta l’attenzione necessaria affinché i loro sorrisi ritornino ad essere belli e smaglianti. E tutto questo ad un costo decisamente inferiore rispetto all’Italia.

 

Read Full Article

Chiunque desiderasse risolvere una volta per tutte i problemi e i fastidi provocati dalla mancanza di uno o più denti, ha la possibilità di ricorrere all’implantologia dentale, una branca dell’odontoiatria che si occupa di garantire ai pazienti la possibilità di tornare ad avere un sorriso bello e sano. Essere privi di uno o più denti non è soltanto imbarazzante da un punto di vista estetico, ma provoca degli impedimenti anche a livello fisico, visto che la masticazione subisce delle notevoli limitazioni. Sarà necessario rinunciare a tanti tipi di cibo, perché troppo duri, e seguire una dieta poco varia che preveda soltanto quelli più morbidi che non richiedano una grande attività masticatoria. Inoltre, è obiettivo il fatto che un soggetto senza denti cambi totalmente la fisionomia del proprio viso, dato che tale mancanza provoca, a lungo andare, un progressivo riassorbimento dell’osso mascellare.
Il motivo per il quale sempre più soggetti scelgono di sottoporsi ad un intervento di implantologia dentale, dipende sicuramente dalla circostanza che questa tecnica garantisce dei risultati certi e duraturi. Il maggior sforzo economico che si deve affrontare per avere un impianto dentale, viene ripagato dal fatto che i denti mancanti vengono sostituiti da quelli artificiali che sono del tutto simili a quelli naturali, sia per le caratteristiche estetiche che per quelle funzionali, e soprattutto dalla certezza di aver risolto definitivamente il problema, senza il bisogno di provvedere a sostituzioni o a manutenzioni di altro tipo.
Ciò è tanto vero se si pensa al fatto che, grazie all’implantologia dentale, il dente viene ricreato totalmente, sia nella struttura interna che nella corona esterna.  L’impianto dentale, infatti, è una vite in titanio che sostituisce la radice del dente naturale mancante e che viene inserito nelle ossa mascellari. Una volta inserito l’impianto, a questo viene applicato un moncone che ha la funzione di sostenere la corona avvitata o cementata.
A seconda poi che si proceda subito o dopo un certo lasso di tempo all’applicazione dei denti sugli impianti dentali in modo fisso, si parla di implantologia a carico immediato o a carico differito.
La tecnica a carico differito è quella più tradizionale alla quale ormai si ricorre soltanto quando non sia possibile far ricorso all’altra che invece ne è l’evoluzione. Con quella a carico differito, infatti, si verifica l’inconveniente che il paziente rimane senza denti o con una protesi mobile e provvisoria, per diverso tempo, dai 3 ai 6 mesi dopo l’inserimento degli impianti nelle ossa, perché è necessario attendere la guarigione dei tessuti e l’osteointegrazione, prima di poter procedere con l’applicazione dei denti definitivi.
Se invece si procede con la tecnica a carico immediato, il paziente si recherà dal proprio dentista senza denti e ne uscirà con un sorriso perfetto. Questo perché i denti fissi vengono applicati nella medesima seduta, o al massimo entro  le 48 h. Sono però indispensabili alcuni requisiti, che l’odontoiatra potrà valutare nel momento in cui inserisce gli impianti, per poter realizzare un impianto dentale a carico immediato, ossia una buona stabilità dell’impianto e la presenza di ossa mascellare o mandibolare di qualità e in quantità tali da garantire il successo dell’intervento.

Read Full Article